Miriam: giro il mondo con pochi soldi

Ciao a tutti sono Miriam e sono due anni che viaggio per il mondo da sola con pochi soldi zaino in spalla e auto-barco..stop, ora mi trovo nel fiume dell’Amazzonia nella provincia del Para dopo aver attraversato l’Atlantico in Barca a vela.
Il mio viaggiare oltre che scoprire luoghi è anche un viaggio all’interno delle persone alla ricerca di me stessa, un cammino di evoluzione interiore.
Fluedo insieme alla vita in armonia con le leggi universali naturali.
Be’ se devo raccontare un viaggio, racconto quello appena vissuto: l’attraversa atlantica in barca a vela.
Ho incominciato da Gran Canaria cercando una barca, dopo 9 giorni l’ho incontrata. Mi ha portata nel primo passo di questa avventura, Una barca lussuosa con bagno e doccia privati,6 giorni di navigazione da Gran Canaria a Capo verde ad un costo di 0€
Dopodiché a Capo verde ho avuto un momento di indecisione, non sapevo se continuare questo viaggio ricercando una nuova barca o cercare una barca per l’ africa, così ho lasciato la situazione nelle mani dell’universo e l’universo ha deciso per me.
Continuare questo viaggio e andare dove mi porta il vento, così insieme a un altra ragazza avventuriera spagnola e il suo cane abbiamo incontrato una nuova barca questa volta una piccola barca senza comodità in modalità selvaggia.
18 giorni di navigazione e siamo terminate in Brasile a un costo di solo vitto, questi soldi li abbiamo guadagnati vendendo biscotti.
Il primo tratto di questa avventura diciamo che è stata più una vacanza da livelli lussuosi ma in realtà io ho preferito la seconda perché è stata più vissuta e con molta più connessione attraversando difficoltà e condividendo ogni cosa con molto amore ma comunque ringrazio molto per entrambe le esperienze.

A Gran Canaria: Papas arrugadas con mojo
Sono piccole patate novelle bollite e servite con una spolverata di sale con salsa piccante.
A Capo verde: cachupa che e un piatto tipico
ricca di calorie e nutrienti.
Viene preparata con ingredienti diversi, aggiungendo la carne, oppure il pesce ma sempre rispettando quelli di base che sono il mais, i fagioli, le patate e la manioca.
In Brasile: tapioca e vari tipi di frutta e verdura tropicale squisiti.

Io non vi consiglio un luogo preciso per il vostro viaggio, io incoraggio ad andare seguendo il proprio cuore perché ogni luogo e ogni situazione regala magiche esperienze.
Non abbiate paura perché oltre la paura si aprono grandi porte.