Naxos. La più grande isola delle Cicladi

A settembre sono stata a Naxos in Grecia. un’isola piuttosto grande. Servita giornalmente da traghetti moderni e lussuosi, offre panorami molto diversi tra loro collegati da strade anche sterrate.

La spiaggia piû bella è sicuramente è Procopios, lunga dpiaggia in parte attrezzata con ombrelloni; da una parte è riparata dal vento dai massi in granito ed ha un mare trasparente. Le spiagge di Naxos sono perlopiù sabbiose con fondali bassissimi e quindi perfette anche per bambini piccoli e nuotatori poco esperti. L’abbinamento mare cristallino e sabbia finissima degli arenili di Naxos vi farà sognare di trovarvi ai Caraibi. Le spiagge più famose di Naxos sono Agios Prokopios e Agia Anna mentre Glyfada e Kastraki, le più lontane dal capoluogo, sono consigliate a chi non ama la folla.

Un piatto tipico da provare é la pita, una focaccia di pane sottile e l’agnello con spezie e patate cotto al cartoccio.ortimo lo yogurt col miele.

Nell’interno ci sono vallate con rovine di antichi templi greci e mulini a vento, oltre che un’infinità di ulivi. Ci sono greggi di pecore e capre che pascolano su questa terra rossa e asini liberi che vagano. Le persone sono molto ospitali e gentili. I panorami brulli si alternano a verdi vallate e sullo sfondo si vede il mare di un blu cupo, ma brillante.
Il posto piû suggestivo è la porta dell’antico tempio di Apollo, su un Isolotto a strapiombo sul mare: la sera al tramonto si crea una suggestione speciale da provare